Ass. Sportiva Dilettantistica NATURAID

 

 

 

 

 

 


 

IL NATURAIDER PAOLO CHIARINO

(Naturaid Team Impossible) > entra

intervista > entra

potete mandare saluti e incoraggiamenti scrivendo a info@naturaid.com

 


 

23 Agosto 2009

Il 24 Agosto 2009 alle ore 19 Paolo ritenterà la traversata del Lago Maggiore di 66 km.

 


 

23 Giugno 2009

Il 16 Luglio 2009 è confermata la traversata del Lago Maggiore di 66 km.

 

 

Paolo avrà al seguito una barca con assistenti e cuochi:

 

 

www.evenmoreyachting.com

www.lagomaggiorecharter.com

 

 

un gommone dell'associazione LARIORESCUE che lo seguirà più da vicino:

 

 

www.lariorescue.jimdo.com

 

 

 

 

 

 

RICORDIAMO CHE LUI USERA' SOLAMENTE COSTUME E OCCHIALINI E NON POTRA' MAI TOCCARE LE IMBARCAZIONI NEMMENO PER MANGIARE.


 

Ore 11.00 16 Luglio 2009 Paolo Chiarino è partito dalla spiaggia Tenero si è tuffato nelle acque del Lago Maggiore, tenterà di arrivare a nuoto all’estrimità sud a Sesto Calende, percorrendo 66 km circa. Un’impresa notevole resa ancor più estrema dalle regole severe che Paolo deve rispettare. A differenza di altri atleti che hanno fatto attraversate utilizzando muta, pinne, maschera con boccaglio e utilizzando anche la barca di appoggio per dormire qualche ora. Paolo in acqua sarà completamente autonomo, potrà usare solamente costume pantalone e occhialini, non potrà mai toccare la barca di appoggio e il cibo lo riceverà solamente tramite vaschette attaccate a delle sottili funi.

Dopo un’ora Paolo sta procedendo molto bene, 70 bracciate al minuto ed ha percorso 3km, una gran velocità. Sta mangiando ogni 30 min e per il momento frutta secca, grana, e bevande a base di sali.

Noi stiamo seguendo con una barca molto confortevole, Dufour 485, Even More di circa 15 m, un barca a vela da crocera utilizzata a livello turistico, la sta timonando lo Schipper Gabriele (www.evenmoreyachting.com).

In questo momento al fianco di Paolo c’è Francesa Bentivoglio famosa nell’ambiente del triathlon e del canottaggio, ex campionessa di canoa, unica Italiana ad essersi classificata nelle prime 3 del mondo.

Ci daremo il cambio io e lei con il Kaiak e regolarmente gli passeremo il cibo e lo guideremo cercando di individuare la traiettoria migliore.

Seguite le prossime info.

Ciao Mauri

 

Ore 15.00 Abbiamo superato il confine svizzero della sponda lombarda all’altezza di Pino Tronzano, grandissimo paolo Paolo ha percorso circa 13 km in 4 ore, sta bene e sta continuando a 70 bracciate al minuto. Mangia regolarmente ogni 30 min e all’una ha mangiato anche la pasta con prosciutto passatagli da Francesca in una ciottola. La temperatura dell’acqua è costante a 27-28°.

Il percorso è ancora molto lungo, ma siamo molto fiduciosi e tutto il Team Naturaid Even More è molto affiatato ed eccitato all’idea di seguire e supportare Paolo Chiarino. Letizia è la regina dello Yacht e si destreggia con eleganza ai fornelli e ci presenta dei piatti che Paolo si sogna (che non lo sappia).

Lo skipper lo conosciamo già, Gabriele, è un piacere ascoltarlo nei suoi racconti da marinaio, ma il suo lavoro principale è pilota di aerei… che bella professione, poi ci siamo noi, Francesca, Michele, Tiziano ed io che ci diamo il cambio per seguire le esigenze di Paolo. L’avventura continua.

 

Dopo quasi 9 ore Paolo Chiarino ha nuotato 26 km

 

Ore 21.30 Paolo Chiarino ha raggiunto dopo circa 10 ore e 30 la località di Caldè a circa metà lago, il punto più profondo. Ha percorso poco più di 30 km. Grande prestazione, la sua bracciata è ancora di 70 al minuto e il suo assetto è costante e non sembra troppo affaticato. Il suo morale e la determinazione molto alta.

 

Ore 22,30 siamo nel buio più profondo, ora Paolo è nella situazione più difficile, la vista è praticamente nulla, solamente una piccola luce sulla canoa che lo guida. Non riconosce più l'ambiente, nessun riferimento, nessuna distrazione, solo nero. E' in questo momento che la sua mente deve lottare con il fantasma della motivazione, chissa cosa lui darà in pasto a lei per distrarla e trovarne il pane per la sua energia.

 

ORE 23.00 MOMENTO DIFFICILE ... HA VOMITATO .... IN QUESTO ISTANTE STA CERCANDO IL SUO SAMURAI INTERIORE PER SUPERARE ANCHE QUESTA DIFFICOLTA'

ORE 2400 SI VEDONO LE LUCI .... E' LAVENO ..... OTTIMO RISULTATO SIAMO A 42 KM .......

 

ORE 24:00 SI VEDONO LE LUCI .... E' LAVENO ..... OTTIMO RISULTATO SIAMO A 42 KM

 

Ore24:25 LEGGERO VENTO IN POPPA VELOCITA' DI 2 KM/H LO SKIPPER CON TOSCANO E CAPITAN MORGAN POGGIA LA PRUA SU LESA . PAOLO MANTIENE 60 BRACCIATE MINUTO E LA NOSTRA ANDATURA E' A VELA X NON DISTURBARE MADRE NOTTE.

 

0100 PAOLO SENTE MOLTO FREDDO .... E' IL NUTELLA TIME ENTRIAMO NELLA FASE DELICATA DELL'ATTRAVERSATA

 

ORE 0210 PAOLO HA SEMPRE PIU' FREDDO MA CONTINUA LA SUA IMPRESA CON FORZA E DETERMINAZIONE.

 

Ore 04.15 Da qualche ora Paolo sta lottando ed è in seria difficoltà, non riesce a mangiare ed appena cerca di ingurgitare o bere qualche cosa lo vomita immediatamente con colpi di tosse che gli stringono lo stomaco. Le forze cominciano a mancare ed il suo corpo è tutto un tremolio per il freddo. Nonostante questo momento di grande crisi le sue bracciate sono di 60 cadenze al minuto e la sua velocità è pocomeno di 2 kmh

La temperatura dell’acqua è di 27 gradi e c’è un leggero venticello di spalle che obbliga noi che lo seguiamo in Kaiak ad indossare una giacca pesante. Siamo fiduciosi e speriamo che con il sorgere del sole l’entusiasmo e la condizione di Paolo migliori. Forza Paolo

 

Alle ore 04,43 Paolo Chiarino ha deciso di concludere la sua traversata, le sue condizioni fisiche stavano peggiorando e l’inizio di ipotermia stava diventando un problema serio che lui aveva difficoltà a gestire in più un grosso temporale con violenti lampi stava sopraggiungendo. Tutto ciò ha demolito il suo stato d’animo, ma la sua umiltà e il suo forte senso di rispetto a fatto si che la follia non prendesse gioco

e con serenità dopo aver tentato per diverse ore ha deciso di interrompere il suo tentativo di attraversata totale del lago Maggiore. Lo abbiamo aiutato a salire sulla barca, tremava moltissimo ma era perfettamente cosciente. Le mani e i piedi dopo quasi 18 ore erano molli e bianchissime. E’ rimasto sdraiato sul ponte oltre 30 min avvolto in coperte.

 

In ogni caso è stata una grandissima prova e ci ha dimostrato la sua enorme energia. Noi tutti siamo molto contenti e gli diciamo, grazie Paolo per averci insegnato ancora una volta che il rinunciare non è una sconfitta, ma un rispetto e un amore per se stessi e per gli altri. Poco più di 55 km in 17 ore e 43 min. In zona golfo di Ispra.

Bravissimo Paolo e grazie per averci fatto partecipe ed averci emozionato.

  

 

Progetto Lago Maggiore

Cari amici,

la quartultima e la terzultima tappa della LONGALAGO, la passeggiata a nuoto intorno al Lago Maggiore, partono sabato 11 luglio e domenica 12 luglio alle 9. 30 rispettivamente da Locarno e da Vira Gambarogno, con arrivo la prima a Vira Gambarogno e la seconda a Zenna.

A quel punto ci mancheranno solamente due tappe per 15 km complessivi per completare il periplo a nuoto e avranno luogo il 12 settembre con partenza al confine italo svizzero e arrivo a Maccagno e il 13 settembre da Maccagno con arrivo finale a Luino.

Ci stiamo ripromettendo di essere presenti nel numero più grande possibile nelle ultime tappe e soprattutto all'arrivo a Luino dove cercheremo di organizzare una piccola festa di chiusura per questa avventura speciale che saremo riusciti a portare a termine con gioia e determinazione.

Come già sapete sulla traccia di questa incredibile lunghissima nuotata è partita l'operazione PALMA che si propone di monitorare anno per anno le coste del Lago Maggiore alla ricerca delle piante acquatiche e speriamo di poter anche con quel progetto coprire tutto il periplo del lago.

 

Domani pomeriggio, sabato 11 luglio, alle ore 16.00 ci ospita il CIRCOLO VELICO CANOTTIERI INTRA per una bicchierata di saluto e di buon augurio per le ultime tappe della LONGALAGO, ma soprattutto per stringersi attorno a Paolo Chiarino, il protagonista di un tentativo eccezionale di nuoto.

Paolo partirà da Tenero, la località più a nord del Lago Maggiore verso le ore 15.00 di giovedì 16 luglio e nuoterà in continuo per 65 km sino a Sesto Calende dove il suo arrivo è previsto venerdì 17 alle 20.00/21.00.

 

Durante il percorso Paolo, che nuoterà senza muta e senza pinne, sarà assistito da una équipe di amici su una bella barca a vela e da un gruppo di ragazzi che in canotto faranno la spola con la sponda; se qualcuno avesse piacere a far parte del gruppo d'appoggio può segnalarlo perché probabilmente un po' di posto c'è.

 

Diego Novella, io e altri amici aspetteremo Paolo all'arrivo a Sesto Calende per raccogliere da lui il testimone di una ideale staffetta che ci vedrà partire a nuoto alla mattina successiva del 18 luglio alla volta di Castano Primo lungo il Ticino e il Villoresi e il 19 luglio da Turbigo lungo il Naviglio Grande sino a Gaggiano, una deliziosa cittadina alle porte di Milano.

 

La nostra sarà una vera passeggiata a nuoto di 60 km, chi vuole può usare pinne e muta e ci ripromettiamo ogni tanto di saltare fuori dall'acqua e fermarci a mangiare un boccone in trattoria; alcuni amici ci seguiranno in bicicletta e il Nello e il Marco dovrebbero essere al nostro fianco in canoa in una avventura che pregustiamo un po' spaventati da mesi e che solo il brutto tempo potrebbe guastarci.

 

Francesco Rusconi-Clerici con tutti gli amic i della LONGALAGO

 

La notizia dell'ultima ora è che questa sera è prevista una traversata notturna del Lago di Mergozzo con partenza alla Trattoria Rustica alle ore le 20.30!

CVCI NEWS - N 13/09 DEL 09.07.2009

PAOLO CHIARINO AL CIRCOLO VELICO CANOTTIERI INTRA

Verbania, 11 luglio 2009 – Sabato 11 luglio alle ore 16,00 il Circolo Velico Canottieri Intra ospiterà Paolo Chiarino in vista dell’impresa che lo porterà nel corso della prossima settimana (tra giovedi 16 e venerdi 17 p.v.) alla traversata del Lago Maggiore da Tenero (Svizzera) a Sesto Calende. Paolo Chiarino, 43 anni, genovese d’origine e direttore di un’azienda grafica nel Milanese, un passato in pallanuoto e triathlon prima di dedicarsi a tempo pieno al nuoto e a imprese estreme, tenterà di nuotare per circa 65 chilometri in trenta ore, per poi passare il testimone a Francesco Rusconi Clerici, Roberto Troubetzkoy Hahn e agli amici dell’associazione «Longalago» che si cimenteranno sul percorso già affrontato in barca negli ultimi due anni. Paolo Chiarino non è nuovo a imprese di questo tipo dopo aver infatti già compiuto con successo la traversata del lago di Garda da Riva a Desenzano, il primo uomo sulla terra che ha nuotato per 54 km entrando così nella storia del nuoto di fondo. Per l’impresa del Lago Maggiore – oltre all’associazione «Longalago» - anche il Circolo Velico Canottieri Intra ha fornito supporto tecnico e medico attraverso la disponibilità di alcuni soci tra cui Daniele Menzio (presidente CVCI) e Marco Bruno (medico sportivo). Sabato alle ore 16,00 Paolo Chiarino sarà al circolo verbanese – in via Ticino 6 a Intra - per incontrare giornalisti e appassionati in vista della sua prossima impresa.

Paolo Chiarino ha giocato per 12 anni a pallanuoto, è poi passato al triathlon. Ha partecipato a più di 100 gare. Ha corso l’Ultraman in Canada (10 km. di nuoto + 450 km. in bicicletta + 84 km. di corsa), il Trans Swiss Triathlon e due prove di ironman. Nel 2004 ha vinto la traversata del lago di Zurigo (26.04 km.) e ha attraversato lo Stretto di Catalina (34 km.) in California nel 2005, è poi stato il primo italiano a partecipare alla Manhattan Island Marathon Swim nel 2007 ed ha partecipato alla Tampa Bay Marathon nel 2008.

 

 

 

Venerdì 19 giugno 2009, come preparazione e allenamento in previsione per la traversata estrema del Lago Maggiore (66 km), Paolo Chiarino ha attraversato a nuoto il Lago d’Iseo da Sarnico a Lovere per 24 km. Il tempo impiegato è stato 7 ore e 24 minuti mentre la temperatura dell'acqua era di 18-20 gradi.

"Sono soddisfatto, ho fatto un buon test e sto bene. Conto di migliorare ancora e arrivare in ottima condizione".

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


   

Paolo in piena azione e mentre mangia in una scodella tenendosi a galla con le sole gambe.

 

Il 16 Luglio ore 15:00 è confermata la traversata del Lago Maggiore.

Paolo, si tufferà da Tenero alle 15:00 per raggiungere Sesto Calende dopo 66 km.
Il tempo previsto dovrebbe essere di circa 30 ore. Nessuno è mai riuscito ad attraversare il lago da Tenero a Sesto Calende solo con costume, cuffia e occhialini.
Ci sarà una barca d'appoggio, ma non potrà mai attaccarsi ed anche per mangiare dovrà sempre galleggiare autonomamente.

 


 

22 Aprile 2009

Annullato anche il 4° tentativo. Ancora tanta sfortuna per Paolo Chiarino: già pronto questa mattina in costume, ma i giudici hanno annullato la partenza perchè l'acqua segnava 10°. Paolo non ha più possibilità. Ci ha detto: "contro la Natura non si può fare niente".

Ci spiace molto. Questa notizia ci ha stretto la gola. Paolo ha dedicato corpo e mente per questa impresa. Allenamenti invernali  sia in piscina che nel mare di Genova. Sacrifici, ore, diete, pur sempre lavorando. Ha dimostrato grande determinazione e convinzione in questo suo sport estremo molto speciale e difficile dove il corpo è sprotetto e avvolto inegralmente dalla più importante materia di vita, l'acqua.

"Ma ricordiamoci sempre che Madre Natura non si stancherà mai di volerci bene".

 

Paolo ritornerà in Italia nei prossimi giorni.

 

Ti aspettiamo tutti

Ciao lo Staff Naturaid

 

 

Incoraggiamenti

 

Alè Paolo!!!
Usa tutta la tua forza…del corpo e della mente! Noi siamo
con te, e ci stiamo preparando per accompagnarti nella prossima
avventura!
Elena e Paolo

 

21 Aprile 2009

3o tentativo per Paolo Chiarino: purtroppo anche oggi le condizioni meteo sono sfavorevoli per tentare l'impresa. A complicare il tutto c'è anche il rientro in Italia prenotato per domani sera. Paolo ci ha detto che tenterà domani mattina. "Ho provato"

 

Incoraggiamenti

 

Forza Paolo, guardando le previsioni domani dovrebbe essere “la giornata perfetta” dopo questa lunga attesa.

“Saranno solo attimi prima di tuffarti, poi capirai perché sei li”.

Un abbraccio caloroso dai tuoi fedeli sostenitori della Ottavio Capriolo.

E mi raccomando, tieni duro!

 

 

20 Aprile 2009

2o tentativo per Paolo Chiarino del NATURAID TEAM IMPOSSIBLE : questa volta il vento a 65 km/h gli impedisce di provare la traversata più estrema al mondo. Domani il 3° tentativo.

 

Incoraggiamenti


forza! ciao siamo in attesa di tue notizie
Francesco e Roberto dal Lago Maggiore

 

19 Aprile 2009

1o tentativo: pioggia e nebbia impediscono a Paolo Chiarino di provare la traversata. La temperatura dell'acqua è di 13°. Domani il 2° tentativo.

 

17 Aprile 2009

Paolo Chiarino del NATURAID TEAM IMPOSSIBLE partirà oggi per una nuova impresa estrema.

 

La traversata più difficile e pericolosa al mondo.

Circa 10 km a nuoto munito solamente di costume e occhialini, queste sono le uniche regole da rispettare per rendere ufficiale la traversata nell’oceano Indiano che separa Robben Island da Città del Capo (Sud Africa).

La temperatura dell’acqua in questi giorni è circa 13° ed oltre al freddo Paolo Chiarino dovrà fare i conti anche con gli abitanti di questo oceano, oltre ai pericolosissimi squali bianchi anche le meduse caravella che con i suoi lunghissimi (anche fino a 30 metri) ma molto sottili tentacoli fortemente urticanti provocano un forte abbassamento della pressione sanguigna con conseguente collasso e possibile morte negli individui più sensibili.

Paolo Chiarino sarà assistito da alcune barche per proteggerlo e verificare la regolarità dell’impresa.

 

Un grosso "in culo alla balena" da tutto lo Staff Naturaid

 

 Robben Island è un'isola del Sudafrica. Si trova nella Table Bay, 12 km al largo di Città del Capo, alle coordinate 33.806734° S 18.366222° E. L'isola è stata dichiarata nel 1999 Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO.

Robben Island è pressapoco circolare e estesa circa un chilometro. È pianeggiante e si trova solo a pochi metri sopra il livello del mare, a causa di antichi fenomeni di erosione.

 

4 Aprile 2009

Nuova impresa estrema per il Naturaider Paolo Chiarino del NATURAID TEAM IMPOSSIBLE

 

Ciao a tutti voi, io sto bene e sono in ottima forma, ormai ci siamo il Sud Africa si avvicina. Il mio prossimo progetto estremo è pronto. Parto il 17 Aprile e posso tentare la traversata il 19, 20 o 21 Aprile. La traversata è dall’Isola di Robben Island a Cape Town. E’ lunga 10 km. circa. E’ relativamente corta, ma presenta delle grossissime difficoltà. Prima di tutto la temperatura dell’acqua che sarà tra i 10 a 13 gradi. Questo inverno mi sono allenato andando al mare nella zona genovese per acclimatarmi alle basse temperature, nuotavo senza muta per circa 1ora, 1ora e 15min ed uscivo tremante. Infatti la prova dovrà essere fatta solo con costume, cuffia e occhialini secondo quello che è il regolamento della "traversata della Manica".

Il tratto di mare che attraverserò è uno dei tratti con la maggior presenza stanziale di squali bianchi e squali tigre del mondo. Per questo la traversata è considerata una delle traversate più pericolose in assoluto. Per poter effettuare la traversata bisogna firmare una liberatoria. Oltre agli squali un altro pericolo sono le meduse che sono molto  velenose.

Sarò seguito da alcuni gommoni con a bordo dei giudici inglesi che ne ufficializzeranno l'impresa e verificheranno che tutto proceda secondo regolamento, senza che io possa usufruire di aiuti esterni e possa aggrapparmi per riposare o mangiare durante la traversata.

La traversata ha un valore simbolico in quanto Robben Island è l’Isola dove è stato incarcerato Nelson Mandela.

 

Domani 05 Aprile alle ore 11.15 presso Villa Rusconi-Clerici a Pallanza sul lago Maggiore, ci sarà una conferenza stampa dove annuncerò la mia prossima traversata: il Lago Maggiore (65 km.).

Ho rinunciato al Lago di Costanza in quanto era difficile l’organizzazione della traversata ed ho scelto il Lago Maggiore.

Ho trovato l’entusiastico aiuto dell’Associazione Longalago ed abbiamo programmato il tentativo di traversata per metà Luglio.

 

 

A presto, ciao a tutti e buone nuotate Paolo

 

La mia traversata sarà possibile grazie all’aiuto della Associazione Longalago  http://www.longalago.it/home. Ai  fondatori e miei sostenitori Ing. Francesco Rusconi-Clerici e Ing. Roberto Troubetzkoy Hahn vanni i miei  ringraziamenti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Domani sera 3 marzo alle 19.30 Paolo Chiarino parteciperà ad una trasmissione su SPORTITALIA (canale 225 di sky o digitale terrestre) dedicata al nuoto di gran fondo. Non perdete l'occasione, scoprirete un mondo nuovo quello di un personaggio incredibile.

Programmi futuri

Il 19-20 o 21 Aprile tenterà la traversata, in Sud Africa, da Robben Island a Città del Capo.
 

Prossimamente tutti i dettagli dell'impresa


 

 

 

PAOLO CHIARINO 

NATO A GENOVA IL 14 MAGGIO 1966

 

 

 

I miei progetti futuri prevedono:
•       una o due 24 ore di nuoto durante l’inverno
•       la traversata del Lago di Costanza (Bodensee) a Luglio o Agosto. La lunghezza del lago è di 65 km..

La 12 ore di Paullo (Chiarino contro tutti) è una manifestazione di beneficenza che organizzo in piscina a Paullo. Io nuoto per 12 ore e “sfido” chiunque (singolo o staffetta) voglia nuotare con me. Lo scopo è quello di portare il maggior numero di persone in piscina perché il costo dell’ingresso viene devoluto in beneficenza. Se tu potessi venire mi farebbe molto piacere. Indicativamente la data sarà il 30 Novembre.


 

alcune foto della traversata di New York

MANHATTAN ISLAND MARATHON SWIM 46 KM – 10 ORE 32’

alcune foto della traversata e del Garda.

TRAVERSATA DEL LAGO DI GARDA (RIVA DEL GARDA –DESENZANO) 53 KM. – 23 ORE 25’


 


 

CURRICULUM SPORTIVO

DAL 1979 AL 1991 GIOCATORE DI PALLANUOTO CON PARTECIPAZIONE A CAMPIONATI DI SERIE C

DAL 1991 AL 2002 TRIATHLETA CON PARTECIPAZIONE A PIU’ DI 100 GARE FRA CUI VARIE COMPETIZIONI DI ULTRA DISTANZA

DAL 2003 NUOTATORE DI GRAN FONDO

GARE PIU’ IMPORTANTI

1996 TRIATHLON - IRONMAN DI ZURIGO (3.8 KM. NUOTO + 180 KM. BICICLETTA + 42 KM. CORSA)

1997 TRIATHLON - TRANS SWISS TRIATHLON (3.5 KM. NUOTO + 225 KM. BICICLETTA + 48 KM. CORSA)

1997 TRIATHLON - TRANS VOLARBERG AUSTRIA (3 KM. NUOTO + 120 KM. BICICLETTA + 16 KM. CORSA)

1998 TRIATHLON - IRONMAN LANZAROTE SPAGNA (3.8 KM. NUOTO + 180 KM. BICICLETTA + 42 KM. CORSA)

1999 TRIATHLON - ULTRAMAN CANADA (10 KM. NUOTO + 420 KM. BICICLETTA + 84 KM. CORSA)

2000 NUOTO - TRAVERSATA DI 24 KM. NEL LAGO DI LECCO

2001 TRIATHLON – TRIATHLON MEDIO DI IMMENSTADT  GERMANIA (2 KM. NUOTO + 92 KM. BICICLETTA + 21 KM. CORSA)

2002 TRIATHLON – TRIATHLON LUNGO DI BARCIS (PN) (4 KM. NUOTO + 120 KM. BICICLETTA + 30 KM. CORSA)

2003 NUOTO - 12 ORE DI ZURIGO A STAFFETTA: 1^ CLASSIFICATI

2003 NUOTO – CAMPIONATO ITALIANO 10 KM. – PIOMBINO

2003 NUOTO – TROFEO LAGO DI CALDONAZZO 10 KM.

2004 NUOTO – CAMPIONATO TEDESCO 10 KM. - BURGHAUSEN

2004 NUOTO - 12 ORE DI ZURIGO INDIVIDUALE 2^ CLASSIFICATO

2004 NUOTO - TRAVERSATA DEL LAGO DI ZURIGO 26.4 KM DA RAPPERSWIL A ZURIGO 1^ CLASSIFICATO

2004 NUOTO -  24 ORE DI NUOTO DI HAAR – MONACO DI BAVIERA 1^ CLASSIFICATO   

2005 NUOTO – 8 ORE DI NUOTO DI CESENATICO “BRAZALONGA” – 1^ CLASSIFICATO

2005 NUOTO – 24 ORE DI NUOTO DI MUENSTER – 1^ CLASSIFICATO

2005 NUOTO – TRAVERSATA DEL LAGO DI ZURIGO INDIVIDUALE 26.4 KM DA RAPPERSWIL A ZURIGO – 3^ CLASSIFICATO

2005 NUOTO – TRAVERSATA DELLO STRETTO DI S.PEDRO (CATALINA) 33 KM – 15 ORE 17’

2006 NUOTO – 12 ORE DI ZURIGO INDIVIDUALE 1^ CLASSIFICATO

2006 NUOTO – TRAVERSATA DEL LAGO DI ZURIGO INDIVIDUALE 26.4 KM DA RAPPERSWIL A ZURIGO – 5^ CLASSIFICATO

2007 NUOTO – 24 ORE DI BAMBERG – 1^ CLASSIFICATO

2007 NUOTO – MANHATTAN ISLAND MARATHON SWIM 46 KM – 10 ORE 32’

2007 NUOTO – 12 ORE DI PAULLO

2008 NUOTO  - 12 ORE DI SONDRIO

2008 NUOTO  - TAMPA BAY MARATHON SWIM 39 KM – 10 ORE 16’

2008 NUOTO – TRAVERSATA DEL LAGO DI GARDA (RIVA DEL GARDA –DESENZANO) 53 KM. – 23 ORE 25’